Italian English French German Russian Spanish

I soliti politologi analisti che blaterano a vuoto.

  • Martedì, 06 Dicembre 2016
I soliti politologi analisti che blaterano a  vuoto.
Dopo la vittoria schiacciante del NO al referendum sulla  riforma "Renzi, Boschi, Verdini" della  costituzione, i politologi ( per fortuna non tutti), non sanno dare una spiegazione normale e chiara del pèrchè questa riforma sia stata respinta dal 60% dei votanti. Parlano di voto di rabbia contro il governo e quindi la riforma secondo alcuni di loro non era male. Sempre secondo loro, gli elettori hanno voluto punire le azioni di governo e non il cambiamento che la riforma stessa proponeva.  Secondo questi  "luminari" , per colpe del governo, è stato punito il cambiamento.  Purtroppo questi signori che blaterano, hanno dimenticato alcuni passaggi fondamentali del perchè abbia vinto il NO. Primo:  Questa riforma non è stata scritta da parlamentari ed esperti di diverse estrazioni culturali e ideologiche. Non hanno partecipato dei costituzionalisti alla stesura del testo. Forse i "blateranti hanno dimenticato che la riforma porta il nome del presidente del consiglio, di un ministro in carica e di un voltagabbana che oggi non si sa con chi si schiererà .Se il popolo ha bocciato la riforma, è normale che anche il governo venga bocciato.  L'arrogarsi il merito di aver scritto la riforma, occupare per più dell' 80% degli spazi TV  ed esercitare una forma di ricatto sui sindaci delle regioni guidate dal pd, non ha fatto altro che aggravare la posizione di Renzi e compagnia.  Lo squallore espresso in questa campagna referendaria è stata fra le peggiori che io ricordi. In Campania c'erano le fritture di pesce, magari in Calabria c'erano cesti di cedro, peperoncino, n'duja, e baccalà.  A parte chi in buona fede, ha creduto alla favola del cambiamento, dobbiamo dire grazie al popolo libero di aver fermato l'arroganza di queste persone che hanno tentato un colpo di stato "indolore"       UDR
condividi su            

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy - Cookie